CANTICI Contatti
E Dio disse: ancora a Mosè: «Dirai questo ai figli d'Israele: YAHWEH, il Dio dei vostri padri, il Dio di Abramo, il Dio di Isacco e il Dio di Giacobbe mi ha mandato da voi”. Questo è il mio nome per sempre. E così sarò ricordato da tutte le generazioni. Esodo 3:15  (RVIC 2000 in lingua  italiana)


Poi guardai e vidi l'Agnello che stava in piedi sul monte Sion e con lui erano centoquarantaquattromila (eletti israeliti) persone che avevano il suo nome (Yahshua) e il nome (Yahweh) di suo Padre scritto sulla fronte...  Apocalisse 14:1
(Nuova Riveduta)


Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere,a educare alla giustizia, perché l'uomo di Dio sia completo e ben preparatoper ogni opera buona.  2Timoteo 3:16-17






Test sull'amore!

Un, fratello di nome Gerardo, che non conosco personalmente, ma del quale ho ascoltato uno studio in mp3 scaricato da internet in lingua spagnola, mi ha fatto riflettere in quanto ha proposto, un piccolo test sull'amore.


Se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi amore, sarei un rame risonante o uno squillante cembalo. Se avessi il dono di profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza e avessi tutta la fede in modo da spostare i monti, ma non avessi amore, non sarei nulla. Se distribuissi tutti i miei beni per nutrire i poveri, se dessi il mio corpo a essere arso, e non avessi amore, non mi gioverebbe a niente. 1Corinzi 13:1-7 (Nuova Riveduta)

Tutti sicuramente saremmo d'accordo, nel dire che Cristo rispecchia l'amore per eccellenza, e noi se siamo suoi seguaci dovremmo far rispecchiare, questo amore di Yahshua in noi!

Bene, questo fratello a proposto il seguente test, consistente nella sostituzione della parola amore del capitolo 13 1Corinzi versi 4-7, con la parola Yahshua:

Yahshua è paziente, è benevolo; Yahshua non invidia; Yahshua non si vanta, non si gonfia, non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s'inasprisce, non addebita il male, non gode dell'ingiustizia, ma gioisce con la verità; soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa.

Bene, adesso sostituiamo la Parola Yahshua, con un il nostro nome; io qui ho sostituito la Parola Yahshua, con un nome di fantasia, ma il test risulta più effettivo, con il nostro proprio nome!

Gianni è paziente, è benevolo; Gianni non invidia; Gianni non si vanta, non si gonfia, non si comporta in modo sconveniente, non cerca il proprio interesse, non s'inasprisce, non addebita il male, non gode dell'ingiustizia, ma gioisce con la verità; soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa.


Galati 5:22-29 (Nuova Riveduta) ..Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo...

Efesini 1:4 (Riveduta) ...siccome in lui ci ha eletti, prima della fondazione del mondo, affinché fossimo santi ed irreprensibili dinanzi a lui nell'amore...

Giovanni 13:34 Io vi do un nuovo comandamento: che vi amiate gli uni gli altri. Com’io v’ho amati, anche voi amatevi gli uni gli altri.













BREVI RIFLESSIONI BIBLICHE:
Giovanni 1:1 (C.E.I.) In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.


Un professore gesuita e teologo, cattolico  dell'università  Loyola, Chicago, Notre Dame, Seton Hall e De Paul. Riconosciuto come il principale dottore in teologia cattolica nella metà del XX secolo. Nella sua vita è stato un convinto sostenitore della Trinità; ma nonostante ciò  lui stesso ha dichiarato, che la corretta traduzione di Giovanni 1:1
si deve tradurre rigorosamente, come segue: "La Parola era con Dio, e la Parola era un essere divino"  - Ph.D. John L. Mackenzie, Dictionary of the Bible, pag. 317.

Yahshua ...Voi chi dite che io sia?
Matteo 16:15-17 (C.E.I.) Disse loro: «Voi chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo (il messia), il Figlio del Dio vivente».  E Gesù (Yahshua): «Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l'hanno rivelato, ma il Padre (YAHWÈH) mio che sta nei cieli.

Gesù (Yahshua) le disse: Non mi toccare, perché non sono ancora salito al Padre; ma va’ dai miei fratelli, e dì loro: Io salgo al Padre mio e Padre vostro, all’Iddio mio e Iddio vostro. Giovanni 20:17

Da Wikipedia,
l'enciclopedia libera.

Cristo (dal greco Χριστός, Christòs) è la traduzione greca del termine ebraico מָשִׁיחַ (mašíaḥ, cioè "unto"), dal quale proviene l'italiano messia.
Il significato di questo titolo onorifico deriva dal fatto che nell'antico medioriente re, sacerdoti e profeti[1] venivano solitamente scelti e consacrati tramite l'unzione con oli aromatici.[2]
Il termine è esclusivamente utilizzato come titolo di Gesù, che i cristiani riconoscono come il Messia inviato da Dio per la realizzazione del Regno dei Cieli. La cristologia individua invece quella parte della teologia che studia e definisce la natura di Gesù, con particolare attenzione alla sua relazione con Dio.



.
..Il solo che possiede  l'immortalità, che abita una luce inaccessibile; che nessuno fra gli uomini ha mai visto né può vedere. A lui onore e potenza per sempre. Amen. 
1Timoteo 6:16  (C.E.I
.)

Al contrario l'uomo invece possiede la mortalità cioè l'anima è mortale infatti leggiamo in
Ezechiele 18:20


(Riveduta)
L'anima che pecca è quella che morrà...

(Nuova Riveduta) La persona che pecca è quella che morirà...

(C.E.I.) Colui che ha peccato e non altri deve morire...
orig_index/
E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l'anima; temete piuttosto colui che ha il potere di far perire e l'anima e il corpo nella Geenna.
Matteo 10:28 (C.E.I.)

Geenna
- γέεννα – gèenna (greco) /gehènna (latino), era la discarica di Gerusalemme che veniva usata come luogo dove gettare i corpi di criminali e animali, e dei rifiuti in generale, infatti qui il fuoco, bruciava di continuo alimentato da zolfo, che veniva buttato dentro continuamente per evitare il formarsi di batteri. Gli empi verranno eliminati, cancellati dalla faccia della terra per sempre non esisteranno mai più..

Allora il Signore Dio plasmò l'uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l'uomo divenne un essere vivente. Genesi 2:7 (C.E.I.)

Con il sudore del tuo volto mangerai il pane; finché tornerai alla terra, perché da essa sei stato tratto: polvere tu sei e in polvere tornerai!». Genesi 3:19 (C.E.I.) 

Genesi 2:7 Non fa alcuna distinzione, tra il CORPO E L'ANIMA = CORPO E VITA, cioè Il respiro vitale divino, che si unisce a ciò che è materiale, l'uomo diventa un essere vivente....

Al di là di ogni idea o filosofia umana appare chiarissimo l'insegnamento biblico, cioè che L'IMMORTALITÀ, solo l'Onnipotente Dio (Yahweh).




Visite Contatore web




Ai sensi della Legge 7/32001 n. 62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria di informazione periodica, in quanto aggiornato ad intervalli irregolari. Chi riconoscesse del proprio materiale con copyright in questo sito e non ne volesse la pubblicazione, ci contatti a info@comunitacristiana.org e provvederemo alla elimiinazione. Sito non commerciale, creato con free software. La versione in italiano della RVIC è stata autorizzata dall'autore. La RVIC in tutte le versioni è copyright.  © Copyright 2010 You | Design by Blog Liber | Adaptation and remake by S. G. 2013.